Edward Chan nuovo CEO Huawei Italia

Edward Chan (Yuk Lung) è il nuovo CEO di Huawei Italia, azienda leader nelle soluzioni di Information e Communication Technology.

Nel suo nuovo ruolo Edward Chan avrà la responsabilità di accrescere ulteriormente il successo costruito da Huawei in Italia nel corso degli ultimi dieci anni. Chan guiderà  lo sviluppo e la realizzazione della strategia societaria attraverso i tre Business Group: Carrier, Enterprise e Consumer.

Huawei Italia opera in Italia con circa 600 professionisti, due sedi principali, a Milano e Roma, un Centro Globale R&D a Milano e tre centri di Innovazione che rappresentano il motore per lo sviluppo della multinazionale in Italia.

Edward Chan vanta oltre 20 anni di esperienza in vari ambiti nel settore delle telecomunicazioni, durante i quali ottiene ruoli di crescente responsabilità. Ha iniziato la sua carriera nel 1994 come ingegnere in Hutchison Telephone HK Ltd dove arriva ad assumere il ruolo di Project Leader. Dal 1996 al 2005 entra a far parte di Sunday Communications Ltd ricoprendo la posizione di Direttore Wireless Access Network & New Technologies. Nel 2005 è chiamato da Huawei a dirigere la Divisione Wireless Network del Vodafone Global Account. A partire dal 2007 ha ricoperto la carica di Executive Deputy Director del Vodafone Global Account di Huawei.

Edward Chan è nato a Hong Kong nel 1971 e ha conseguito la Laurea con lode in Ingegneria Informatica presso la Monash University di Melbourne e il Master in Business Administration presso la University of South Australia.

Fonte Edward Chan nuovo CEO Huawei Italia

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/edward-chan-ceo-huawei-italia/

Tagged with: , , , , , , , , ,
Posted in Italiano

NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie

Gli Italiani scattano selfie per catturare un’emozione e per questo amano farlo in compagnia – il 63,5% dei selfie sono di gruppo - per ricordarsi delle persone con cui hanno condiviso quel momento speciale*. Ora grazie a Samsung, con un selfie puoi vivere un’esperienza unica e indimenticabile, ed entrare insieme ad amici e familiari, nella storia del GUINNESS WORLD RECORDS, creando la raccolta di selfie più numerosa del mondo in 24 ore.

Attimi importanti e momenti di gioia vissuti con i propri cari: questo è quello che raccontiamo ogni giorno attraverso i nostri selfie e che condividiamo con il mondo social. Samsung ha scelto di raccogliere tutti questi ricordi e portare i volti degli Italiani che amano auto- fotografarsi in un unico album, per entrare nel GUINNESS WORLD RECORDS, in occasione del lancio in Italia del suo ultimo smartphone, il Galaxy Note 4. Dotato di una fotocamera frontale da 3.7 megapixel con f1.9, Galaxy Note 4 offre un angolo di ripresa preimpostato di 90 gradi e un grandangolo fino a 120 gradi, perfetto per scattare selfie in gruppo con i propri amici.

10.000 selfie di gruppo in 24 ore da condividere sul sito www.note4record.it: questa è la sfida da vincere per entrare a far parte del GUINNESS WORLD RECORDS. Tutti potranno caricare i propri selfie di gruppo, creandoli ad hoc per l’iniziativa o selezionandoli tra quelli più speciali già scattati, dalle ore 20.00 di domenica 30 novembre fino alla stessa ora di lunedì 1° dicembre, per vedere il proprio autoritratto e quello degli amici protagonista del GUINNESS WORLD RECORDS.

Tutte le informazioni dell’iniziativa sono disponibili su www.facebook.com/samsungmobileitalia

* Ricerca condotta da Human Highway su un campione di 1,000 individui e commissionata da Samsung Electronics

Selfie Russo Maddaloni 297x529 NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie
selfie Omar Visintin NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie
selfie Innerhofer 529x529 NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie
selfie Aldo Montano NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie
NOTE4RECORD 215x529 NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie

Fonte NOTE4RECORD, entra nella storia con il tuo selfie

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/note4record-entra-storia-tuo-selfie/

Tagged with: , , , , , ,
Posted in Italiano

Un Natale Stupefacente con LG

LG Electronics si prepara per l’uscita nelle sale italiane del film “Un Natale Stupefacente”, prevista il 18 dicembre, con una serie di attività promozionali che, oltre a valorizzare il product placement realizzato con Filmauro e a presentare il film e i suoi protagonisti,  daranno ai consumatori la possibilità di vincere dei premi eccezionali. 

Dal 27 novembre 2014 al 23 gennaio 2015 grazie al concorso misto “Un Natale Stupefacente con LG”, tutti coloro che acquisteranno un prodotto LG, potranno partecipare all’estrazione di fantastici premi tra cui uno smartphone G3 a settimana e un TV 65’’ OLED 4K in più, se il prodotto acquistato è un TV OLED o ULTRA HD, in regalo 1 anno di ingressi al cinema 2per1. Regolamento completo su www.unnatalestupefacenteconlg.it o www.lg.com/it/promotions

Inoltre, il 30 novembre, alle ore 16, presso il punto vendita Media World del centro commerciale Fiordaliso di Rozzano (MI) e il 20 dicembre, alle ore 16, presso lo store Unieuro di Roma Muratella, sarà possibile incontrare Lillo&Greg, protagonisti del film “Un Natale Stupefacente” prodotto da Aurelio e Luigi De Laurentiis.

Saranno “momenti stupefacenti” quelli che il film con i prodotti LG porterà sugli schermi e nelle case degli italiani. Sempre più i consumatori di LG, potranno vivere esperienze uniche, non resta che lasciarsi appassionare dalle innumerevoli attività pensate per un Natale ricco di tecnologia e regali.

Fonte Un Natale Stupefacente con LG

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/natale-stupefacente-lg/

Tagged with: , , , , , , ,
Posted in Italiano

Kazam Tornado 348 da record

Kazam, brand inglese di un grande gruppo industriale che da 15 anni produce cellulari, smartphone e tablet, affronta il mercato italiano a testa alta, lo fa presentando il non plus ultra della nuova generazione di device mobile che già in UK sta generando commenti entusiasti e impazienti.

Immaginate lo smartphone più sottile al mondo con uno spessore di appena 5.15 mm, uno schermo touch screen AMOLED da 4.8″ e risoluzione 1280 x 720 a 306 PPI, fotocamera da 8.0 megapixel con zoom digital 4x…riuscite a visualizzarlo? Probabilmente no perché questo è il nuovo KAZAM Tornado 348, snello e sottile, un concentrato di tecnologia e design di ultima generazione, ad un prezzo sorprendentemente accessibile.

Tenetevi pronti ad accogliere quindi un nuovo concetto di smartphone, dove l’innovazione viaggia sullo stesso binario dell’accessibilità e usabilità, una user experience a 360° che sconvolgerà non solo il mercato attuale ma anche tutti coloro che saranno disposti a buttarsi in questo nuovo mondo marchiato Kazam.

Jeffrey Ju, Senior Vice President e General Manager della Wireless Communication di MediaTek, commenta “KAZAM è il primo esempio del cambiamento del volto della tecnologia mobile – scuotendo il mercato con lo smartphone più sottile, equipaggiato con una delle più avanzate tecnologie, il True Octa-core SoC MT6592 ad altissime prestazioni. Questa partnership segna un passo importante nella direzione verso cui stiamo lavorando, per fornire una tecnologia alla portata di tutti”.
Il nuovo KAZAM Tornado 348 è così leggero e maneggevole non ci si accorge neanche di averlo.

Coming soon in Italia a dicembre.

Fonte Kazam Tornado 348 da record

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/kazam-tornado-348-record/

Tagged with: , , , , , , , ,
Posted in Italiano

Vodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4G, presentati nuovi dispositivi a basso costo

In concomitanza con la presentazione della sua nuova rete mobile 4G+ LTE Advanced, Vodafone lancia due nuovi dispositivi a basso costo con connettività 4G, lo smartphone Smart 4G Turbo ed il tablet Smart Tab 4G.
Vodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4G

Vodafone ha da poco annunciato l’inaugurazione della sua nuova rete mobile 4G+ basata su tecnologia LTE Advanced che promette una velocità teorica di download di 225Mbps e toccherà inizialmente 80 città italiane e raggiungerà un totale di 100 entro marzo 2015.

Leggi anche: Vodafone inaugura la rete 4G+ attiva in 80 città italiane

Per accompagnare l’annuncio il gestore ha ben pensato di presentare anche una coppia di nuovi dispositivi, recanti il suo marchio, in grado di usufruire appunto dei servizi legati alle più veloci reti 4G.
Non è ovviamente la prima volta che il gruppo – così come altri operatori – commercializza dispositivi mobile facendo leva sul proprio brand per promuoverne le vendite. L’azienda vanta infatti di aver venduto solo nel nostro paese più di 1,5 milioni di unità proponendoli ad un prezzo competitivo così come nel caso dei due nuovi esponenti, uno smartphone ed un tablet.

Smart 4G Turbo

Il più piccolo dei due dispositivi prende il nome di Smart 4G Turbo. Si tratta di uno smartphone di fascia bassa che, come il suo più cospicuo compagno, fa della propria caratteristica principale la connettività dedicata alle reti mobile di quarta generazione.
La configurazione hardware è quella che ci si aspetta da un entry-level: il display da 4,5 pollici ha una risoluzione di 480 x 854 pixel mentre il system on chip al suo interno è un degno Qualcomm MSM8916 con processore quad-core da 1,2GHz accompagnato da 1GB di RAM, modulo NFC, 4GB di memoria interna, fotocamera da 5 megapixel, batteria da 1800mAh e Android 4.4 KitKat.
Il prezzo di partenza è di 99 euro, un costo tutto sommato adeguato alle performance che offre.

Smart Tab 4G

Così come lo Smart 4G Turbo anche il tablet Smart Tab 4G ha una scheda tecnica proporzionata alla propria categoria di prezzo. In questo caso ci troveremo di fronte ad un display da 8 pollici con risoluzione 1280×720 pixel sotto il quale ci saranno un processore Qualcomm quad-core a 1,2GHz, 1GB di RAM, 8GB di memoria interna, fotocamere da 5 megapixel e 2 megapixel e Android 4.4 KitKat.
In questo caso il dispositivo viene proposto tramite un’offerta che prevede 7GB di traffico dati LTE a 15€ al mese per 1 anno.

Vodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4GVodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4GVodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4G

Via | Cartella Stampa

Vodafone Smart 4G Turbo e Smart Tab 4G, presentati nuovi dispositivi a basso costo é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 20:30 di giovedì 27 novembre 2014.



Source : Mobileblog.it http://feeds.blogo.it/~r/mobileblog/it/~3/mFpRWbfp8JA/vodafone-smart-4g-turbo-e-smart-tab-4g-presentati-nuovi-dispositivi-a-basso-costo

Tagged with: , , , , ,
Posted in Italiano

Note 4 Exynos usa una fotocamera ISOCELL anzichè una Sony

Note 4 Exynos, la variante con processore fatto in casa del phablet flagship di Samsung, userebbe un modulo camera ISOCELL, anzichè quello Sony presente nella variante Snapdragon come finora si credeva.

(…)
Continua a leggere Note 4 Exynos usa una fotocamera ISOCELL anzichè una Sony su Androidiani.Com


© lorenzodellamorte for Androidiani.com, 2014. |
Permalink |
Add to
del.icio.us

Post tags: , , , ,

L’articolo Note 4 Exynos usa una fotocamera ISOCELL anzichè una Sony sembra essere il primo su Androidiani.com.

Source : Androidiani.com http://feedproxy.google.com/~r/Androidiani/~3/wU_GjOoQjPo/note-4-exynos-usa-una-fotocamera-isocell-anziche-una-sony-224625

Tagged with: , , ,
Posted in Italiano

Samsung Smart Future diventa un libro

Samsung Smart Future è un progetto avviato nel giugno 2013, nato per favorire la digitalizzazione dell’istruzione attraverso la fornitura di tecnologie all’avanguardia quali E-boards e tablet e grazie ad un processo di formazione indirizzato in prima battuta agli insegnanti e, di conseguenza, agli studenti e alle loro famiglie. L’ambizione è contribuire ad avere una scuola che stimoli la produzione, la fruizione e la condivisione di contenuti digitali e che permetta di ripensare le modalità di apprendimento allargandone gli orizzonti, con l’obiettivo di rendere i nostri ragazzi più competitivi sul mercato del lavoro.

Articolato in tre fasi – costituzione di un Advisory Board formato da docenti e professionisti in ambito scuola, un Roadshow che ha toccato le principali città italiane e un Osservatorio nazionale sui Media Digitali a scuola realizzato insieme al CREMIT dell’Università Cattolica di Milano – Smart Future ha ad oggi ha interessato 37 Istituti di Scuola Primaria e Secondaria Inferiore in Italia.

Riguardo al futuro, Smart Future proseguirà e si amplierà anche in collaborazione con le massime Istituzioni Italiane, che stanno lavorando con Samsung per pianificare la seconda fase dell’iniziativa. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) ha infatti colto il valore di Smart Future quale facilitatore di un necessario processo di digitalizzazione della scuola italiana. Da questa premessa è nato il Protocollo d’Intesa siglato con il MIUR, che si pone l’obiettivo di individuare – attraverso un Bando online – le scuole dove implementare, a partire dall’anno scolastico 2014/2015 e per il prossimo triennio, il progetto Smart Future, coinvolgendo un totale di 54 classi delle primarie e secondarie di primo grado su tutto il territorio nazionale.

La Ricerca

L’Osservatorio sui Media Digitali a Scuola condotto presso il CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia) – con la direzione del Prof. Pier Cesare Rivoltella e il coordinamento scientifico del prof. Pierpaolo Limone – si è occupato di svolgere un’indagine sulla scuola italiana alle prese con la digitalizzazione e di curare il monitoraggio di tutto il processo di dotazione tecnologica, formazione degli insegnanti e intervento nelle classi.

I primi risultati della ricerca-intervento sono molto positivi: dall’indagine, che ha coinvolto 199 genitori, 157 docenti (64% donne e 36% uomini) e 16 dirigenti scolastici, è emerso come la tecnologia non venga percepita come sostitutiva della didattica tradizionale, ma come un elemento che genera valore aggiunto: viene infatti ritenuta un aspetto vicino e quotidiano dal 35,49% degli insegnanti, che le attribuiscono il ruolo di aggregante per l’inclusione di studenti stranieri (60%) e diversamente abili (80%). Non solo: sul fronte studenti, gli insegnanti pensano che la tecnologia renda i ragazzi maggiormente responsabili (46%) e possa incidere anche sul rendimento (46%) e l’aggregazione (58%). Positivi i riscontri anche da parte dei genitori: per il 53,68% il tablet può contribuire a fare squadra e il 23,44% è fiducioso che, grazie al suo utilizzo, i figli possano acquisire competenze diverse. Inoltre, per il 23,25% del campione, il tablet è in grado di produrre strumenti e materiali per una didattica innovativa, per il 4,93% aumenta il livello di motivazione e per l’11,72% migliora l’attenzione in classe.

Il Libro
Il lancio del primo libro sulla Scuola 2.0, basato proprio sui risultati dell’Osservatorio realizzato dall’Università Cattolica, permette di fare un primo bilancio di Smart Future, evidenziando i benefici che il digitale può portare nel processo di apprendimento e divulgandoli presso un pubblico più ampio, promuovendo così una “cultura dell’innovazione” in Italia.

Scuola Ospedale

Samsung si pone l’obiettivo di coinvolgere nell’iniziativa anche le scuole che hanno un presidio ospedaliero, per dimostrare come l’attuazione della tecnologia nella didattica si riveli particolarmente efficace nel caso di alunni costretti all’ospedalizzazione. Il traguardo da raggiungere non è solo in termini formativi, ma anche psicologici: grazie alla possibilità di rimanere “connessi” con i propri compagni, i ragazzi continuano a studiare, sentendosi parte di un gruppo e di un progetto, aspetti importantissimi che possono contribuire a mantenere alto il morale durante la dura prova della malattia. La didattica digitale può infatti offrire all’alunno ospedalizzato molteplici strumenti per renderlo partecipe alla vita di classe e per conferirgli sicurezza e identità nell’esecuzione dei lavori: dalla realizzazione di un archivio che può essere condiviso via tablet con tutta la classe, alla condivisione dei lavori. Tra gli ospedali coinvolti c’è il Policlinico Umberto Primo di Roma, collegato all’istituto comprensivo Statale V. Tiburtina Antica, dove il progetto è già stato avviato.

Smart Family

Il 17 novembre è stato annunciato il progetto Smart Family promosso dal Moige con Samsung a favore di una navigazione sicura e consapevole. La nuova iniziativa sociale e informativa, è infatti la declinazione pedagogica del progetto Samsung Smart Future nata con l’obiettivo di sensibilizzare famiglie e docenti sull’importanza di una fruizione responsabile delle nuove tecnologie da parte dei minori, trasformandoli in navigatori sicuri e utilizzatori consapevoli del mondo digitale. In questo scenario, Smart Family si pone in particolare lo scopo di trasmettere a genitori, nonni e docenti l’importanza di una fruizione responsabile delle nuove tecnologie, per fornire loro gli strumenti necessari ad affiancare i minori – figli, nipoti e alunni – protagonisti nella navigazione e nell’apprendimento con le nuove tecnologie.

L’iniziativa si rivolge principalmente a genitori ed agli studenti di 291 classi di scuola primaria e secondaria di primo grado tra quelle già digitalizzate nell’ambito del progetto Smart Future e coinvolgerà oltre 25.000 partecipanti. Infatti, negli istituti coinvolti, gli operatori del MOIGE – con il supporto di dipendenti Samsung, in qualità di volontari – organizzeranno incontri e confronti con esperti, pedagogisti e psicologi, che sensibilizzeranno i presenti sull’uso sicuro e responsabile delle nuove tecnologie. Al termine di ogni incontro, i partecipanti riceveranno materiale didattico sulla tematica affrontata e avranno a disposizione un’area riservata sui siti istituzionali di Samsung e del MOIGE per accedere ai contenuti multimediali.

Samsung Smart Future 795x529 Samsung Smart Future diventa un libro

Tecnologie didattiche nella scuola, rapporto tra istruzione, ricerca e azienda e sviluppo professionale degli insegnanti: questi sono i temi di Smart Future, volume presto disponibile nelle librerie che si propone come un rapporto di ricerca, uno studio di caso e un’ipotesi operativa.

La Ricerca

SMART FUTURE è innanzi tutto un progetto internazionale di Corporate Social Responsibility lanciato da Samsung, azienda leader globale nel mercato della tecnologia, in molti dei Paesi in cui è presente e avviato in Italia nel giugno 2013, per promuovere la digitalizzazione dell’istruzione attraverso la fornitura di tecnologie all’avanguardia quali E-boards e tablet e grazie ad un processo di formazione indirizzato in prima battuta agli insegnanti e, di conseguenza, agli studenti e alle loro famiglie.

Attraverso l’Osservatorio sui media e i contenuti digitali nella scuola – costituito presso il CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano (cap. 4) – è stato messo a punto un monitoraggio che ha consentito non solo di coordinare il lavoro degli insegnanti coinvolti, ma soprattutto di valutare in modo scientifico, facendo leva su una ricerca quali-quantitativa, le attività in corso negli istituti raccogliendo le esperienze e i commenti di docenti, dirigenti scolastici e genitori (cap. 5).

Lo studio di caso

Il taglio di questa indagine è quello dello studio di caso, declinato secondo due diversi livelli: la rete di rapporti che il progetto ha consentito di annodare tra l’azienda e le scuole, l’azienda e l’Università, l’Università e le scuole. Su tutti e tre i versanti, il progetto SMART FUTURE è stato caratterizzato da una discontinuità rispetto a quanto normalmente accade: la tradizionale diffidenza della scuola nei confronti dell’azienda è stata superata in favore di un’alleanza costruita sulla consapevolezza e sulla responsabilità sociale; la distanza dell’Università dall’azienda (almeno per quanto riguarda le scienze umane) è stata sostituita da una partnership in cui la ricerca è diventata un processo di counseling e opportunità di miglioramento su entrambi i fronti; l’Università e la scuola, infine, hanno creato un circuito virtuoso che lega teoria e prassi (cap. 2).

Il secondo livello di lettura consente invece di apprezzare i principali risultati registrati dall’équipe di ricerca e intervento. È questo il contenuto della seconda parte del volume, dove è possibile approfondire le problematiche che il primo impatto con la tecnologia ha generato sia in termini di opacità sia di criticità di sistema che la sua integrazione comporta (cap. 6). A un livello superiore si collocano le complesse dinamiche che sostengono tanto le rappresentazioni della tecnologia degli insegnanti (e che finiscono per guidarne l’uso) che i dispositivi di attesa che si generano tanto a scuola che nelle famiglie (cap. 7). L’analisi osservativa del lavoro in classe e lo studio delle pratiche in contesto di insegnanti e studenti completano il quadro fornendo uno spaccato vivace di scuola vissuta (cap. 8).

Ipotesi operativa

Il libro è anche un’ipotesi operativa perché può essere utilizzato dai policy makers, o dai dirigenti scolastici, come una sorta di manuale di quel che occorre – a livello tecnologico, organizzativo e didattico – quando si intende promuovere l’innovazione attraverso le tecnologie digitali. Inoltre, nella sua parte conclusiva, il volume propone un modello di sviluppo professionale degli insegnanti coinvolti che si costruisce sul ruolo guida dell’Università, sulla doppia identità, di ricercatore e attore, del professionista – tipica di tutte le forme di Ricerca-Intervento e sulla community come risorsa per attingere, condividere e confrontare in maniera riflessiva le pratiche professionali (cap. 9).

Indice del volume

Introduzione di Pier Cesare Rivoltella

1. La “scuola digitale”: a che punto siamo? di Floriana Falcinelli e Pierpaolo Limone

2. Scuola, impresa e politiche educative. Il Caso Samsung di Pier Cesare Rivoltella

3. Il progetto SMART FUTURE. Numeri, sviluppo, comunicazione di Manuele De Mattia

e Chiara Merigo

4. L’Osservatorio sui Media e i Contenuti Digitali nella Scuola di Pier Cesare Rivoltella

5. La ricerca: impianto, metodologia, strumenti di Floriana Falcinelli, Pierpaolo Limone

e Pier Cesare Rivoltella

6. La tecnologia in classe: dall’implementazione al training di Simona Ferrari ed Elena Mosa

7. Rappresentazioni e dispositivi di attesa di Alessandra Carenzio e Rosaria Pace

8. Etnografia del lavoro didattico di Simona Ferrari e Chiara Laici

9. La community degli insegnanti. Dal clinic al Web di Pierpaolo Limone, Rosaria Pace

e Pier Cesare Rivoltella

Fonte Samsung Smart Future diventa un libro

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/samsung-smart-future-diventa-libro/

Tagged with: , , , , , , , , ,
Posted in Italiano

Gioca con le Winx in Winx Bloomix Quest di Apps Ministry (foto e video)

WinxLe fatine ideate da Iginio Straffi arrivano su smartphone e tablet in un nuovo gioco dedicato ai più piccoli: stiamo parlando di Winx Bloomix Quest, edito dalla software house Apps Ministry.

LEGGI ANCHE: Soccer Runner: Football Rush! di U-Play Online approda su Android

Basta dare una rapida occhiata alle immagini sul Play Store per individuare il genere di appartenenza di questo titolo, che non nasconde il fatto di essere un comune endless runner dalle meccaniche classiche. Si sceglie dunque la propria Winx preferita, e ci si butta in bellissimi ambienti tridimensionali (a detta della descrizione, poi starà a voi dire il contrario) schivando vari ostacoli.

Potrebbe essere la scelta giusta per la vostra sorellina, figlia, nipotina o cuginetta che sia, però fate attenzione: il gioco è gratuito, ma sono presenti acquisti in-app che raggiungono cifre piuttosto importanti, quindi occhio alla carta collegata al vostro account Google.

Google Play Badge

(Continua…)
Leggi il resto di Gioca con le Winx in Winx Bloomix Quest di Apps Ministry (foto e video)

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© Giorgio Palmieri per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us

Post tags: , , , , , , , , ,

L’articolo Gioca con le Winx in Winx Bloomix Quest di Apps Ministry (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2014/11/27/winx-bloomix-quest-disponibile-android-261024/

Tagged with: , , , , , ,
Posted in Italiano

Call of Duty: Heroes, il gestionale in stile Clash of Clans di CoD arriva su Android (foto e video)

Call of Duty Heroes Android (3)

Con qualche settimana di ritardo rispetto alla versione per iOS (chissà perché poi), Call of Duty: Heroes di Activision fa ufficialmente il suo debutto su Android. Si tratta di uno spin-off della celebre saga di FPS Call of Duty della software house statunitense, ma purtroppo non si tratta di uno sparatutto ma bensì di un gestionale sulla falsa riga di Clash of Clans. Un altro? Ebbene si, anche se vi sono alcuni elementi di gioco che cercano di spezzare la monotonia il classico gameplay del genere di riferimento.

LEGGI ANCHE: Race Team Manager: un gestionale gratuito sulle corse con ottima grafica

Call of Duty: Heroes si propone come un gioco di strategia 3D in cui il giocatore dovrà costruire e personalizzare la propria base e addestrare forze speciali per attaccare quelle nemiche. Nelle battaglie sarà possibile controllare una serie di eroi, i più celebri della saga (Price, Soap, Harper), e calarsi anche ad esempio nei panni di un mitragliere di un elicottero.

  • Controlla e potenzia gli eroi più amati di Call of Duty, tratti da Call of Duty 4: Modern Warfare, Call of Duty: Black Ops II e altri capitoli della serie. Ogni eroe ha un proprio sistema di progressione e specifiche serie di uccisioni.
  • Addestra e specializza le tue armate schierando Juggernaut, Dragonfire, CLAW e altre unità entrate nella storia di Call of Duty.
  • Scatena serie di uccisioni come assalti con i droni, UAV, approvvigionamenti ed elicotteri d’assalto per sbaragliare gli avversari.
  • Migliora la base per trasformarla in una fortezza piazzando torrette robot, sistemi Guardian, torrette SAM, obici, mine e più di altre 30 strutture potenziabili.
  • Unisciti ai tuoi amici per stringere alleanze, donare truppe e sconfiggere i nemici.

Call of Duty: Heroes è disponibile gratuitamente sul Play Store, richiede una connessione ad internet, e presenta acquisti in-app opzionali. A seguire il badge per il download, alcune immagini illustrative e un filmato relativo al gameplay. Buon divertimento!

Google Play Badge(Continua…)
Leggi il resto di
Call of Duty: Heroes, il gestionale in stile Clash of Clans di CoD arriva su Android (foto e video)

Utilizza l’app gratuita di Play storeAndroidWorld.it per rimanere aggiornato. Da oggi disponibile gratuitamente anche su Chrome App Chrome.


© lorexae per AndroidWorld.it, 2014. |
Permalink |
Nessun commento |
Add to
del.icio.us

Post tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

L’articolo Call of Duty: Heroes, il gestionale in stile Clash of Clans di CoD arriva su Android (foto e video) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2014/11/27/call-of-duty-heroes-disponibile-android-261018/

Tagged with: , , , , , , , , ,
Posted in Italiano

Black Friday su Orange

E’ tempo di Black Friday, una buona occasione per Orange di premiare tutti con promozioni eccezionali sullo store online, cui è possibile accedere a questo link, collegandosi direttamente con la “sezione sconti” : http://store.orange.com/it/sconti/

Tre giorni di imperdibili opportunità, a iniziare dal 28 fino al 30 novembre (inclusi).

Alcuni esempi:

da € 224,99  a € 193,99 (Sconto: 14%)

da € 85,56 a  € 70,99 (Sconto: 17%)

da € 304,99 a  € 224,99 (Sconto: 26%)

da € 174,99  a € 142,99 (Sconto: 18%)


Le garanzie di Orange:

– La Consegna Express, entro 48 ore dall’acquisto, gratuita per tutte le transazioni superiori a 100 euro
- Soddisfatti o rimborsati, con possibilità di restituzione del prodotto entro 14 giorni dall’acquisto
– Un servizio clienti attivo dalle 9 alle 17 (lun-ven)
- Pagamenti sicuri al 100% e su misura, con con carta di credito (Visa, Mastercard, Maestro), Paypal, bonifico bancario oppure in contanti alla consegna.

Per saperne di più clicca qui
Per ulteriore informazioni sulle iniziative di Orange seguici su Facebook e Twitter, o visita lo store online di Orange all’indirizzo: store.orange.com/it

Fonte Black Friday su Orange

Source : Batista70Phone Blog http://batista70phone.com/black-friday-orange/

Tagged with: , , , , , , , ,
Posted in Italiano

Lingua

>