Apple Watch: Its time will come

After using the Apple Watch for a month, I can say it has a few moments of early brilliance but will need more apps before it’s a must-have.



Source : Latest Blog for ZDNet http://zdnet.com.feedsportal.com/c/35462/f/675633/s/46a24a7c/sc/23/l/0L0Szdnet0N0Carticle0Capple0Ewatch0Eits0Etime0Ewill0Ecome0C0Tftag0FRSSbaffb68/story01.htm

Pubblicato in English Taggato con:

Mobile Internet To Be Worth More Than Apple By 2018

shutterstock_129300668 Smartphone sales growth is slowing to less than 10% annually to 2018, and mobile networks saw just 5% growth in the last decade. So while Applecontinues to knock it out of the park and Xiaomi skyrockets, mobile internet is the mobile growth market. Digi-Capital now forecasts almost 3x revenue growth from $300 billion last year to $850 billion by 2018. The market Apple spawned could generate… Read More

Source : TechCrunch » Mobile http://techcrunch.com/2015/05/25/mobile-internet-to-be-worth-more-than-apple-by-2018/?ncid=rss

Pubblicato in English Taggato con:

Android M si concentrerà su autonomia e utilizzo della RAM

Android M Macadamia Nut Cookie

Lollipop, all’epoca Android L, aveva fatto importanti promesse su autonomia e prestazioni ma almeno una buona parte di queste non sono state mantenute, anche a causa del famoso memory leak, che ha afflitto più dispositivi. Da dove ripartire con Android M quindi se non proprio dall’autonomia e dall’utilizzo della RAM?

LEGGI ANCHE: Prime specifiche dei Nexus di LG e Huawei

Se il rumor di oggi fosse confermato Google prenderà un approccio più deciso con la prossima release di Android: un taglio netto dell’uso della localizzazione quando non strettamente necessaria, diminuendo il consumo di RAM e le attività non necessarie in background a schermo spento o comunque quando non si è collegati ad una presa di corrente, al fine di diminuire i wakelock. Presumiamo e speriamo che questo principio parta proprio da Google Play Services, spesso causa di un eccessivo consumo della batteria dei dispositivi Android proprio per i suddetti motivi.

Come ciliegina sulla torta Google sarebbe anche intenzionata a rilasciare una preview di Android M, come fu l’anno scorso per Lollipop. Il rilascio finale potrebbe avvenire già ad agosto, ma come al solito queste date lasciano il tempo che trovano dato che eventuali bug potrebbero comportare un ritardo. Ne sapremo sicuramente di più al Google I/O che è ormai imminente.

L’articolo Android M si concentrerà su autonomia e utilizzo della RAM sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2015/05/26/android-m-autonomia-ram-rumor-302507/

Pubblicato in Italiano Taggato con: , , ,

Android M si concentrerà su autonomia e utilizzo della RAM

Android M Macadamia Nut Cookie

Lollipop, all’epoca Android L, aveva fatto importanti promesse su autonomia e prestazioni ma almeno una buona parte di queste non sono state mantenute, anche a causa del famoso memory leak, che ha afflitto più dispositivi. Da dove ripartire con Android M quindi se non proprio dall’autonomia e dall’utilizzo della RAM?

LEGGI ANCHE: Prime specifiche dei Nexus di LG e Huawei

Se il rumor di oggi fosse confermato Google prenderà un approccio più deciso con la prossima release di Android: un taglio netto dell’uso della localizzazione quando non strettamente necessaria, diminuendo il consumo di RAM e le attività non necessarie in background a schermo spento o comunque quando non si è collegati ad una presa di corrente, al fine di diminuire i wakelock. Presumiamo e speriamo che questo principio parta proprio da Google Play Services, spesso causa di un eccessivo consumo della batteria dei dispositivi Android proprio per i suddetti motivi.

Come ciliegina sulla torta Google sarebbe anche intenzionata a rilasciare una preview di Android M, come fu l’anno scorso per Lollipop. Il rilascio finale potrebbe avvenire già ad agosto, ma come al solito queste date lasciano il tempo che trovano dato che eventuali bug potrebbero comportare un ritardo. Ne sapremo sicuramente di più al Google I/O che è ormai imminente.

L’articolo Android M si concentrerà su autonomia e utilizzo della RAM sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2015/05/26/android-m-autonomia-ram-rumor-302507/

Pubblicato in Italiano

LG Angler e Huawei Bullhead sono i Nexus del 2015: le prime caratteristiche (rumor)

Android Nexus final

Dopo Nexus 6, non un successo sul mercato, Google vuole rilanciare la posta in gioco in questo 2015 non con uno ma con due nuovi smartphone della gamma Nexus, uno prodotto da LG e un secondo di Huawei, in due misure: 5,2″ e 5,7″, ma niente tablet, almeno per ora, con Nexus 9 che rimarrà tra di noi forse per un altro anno.

Dopo vari rumor la cui affidabilità poteva essere giudicata discutibile, ma che puntavano tutti nella stessa direzione, arriva ora una conferma importante, portata da una fonte di cui ci si può fidare, sebbene i mesi che ci dividono dalla presentazione siano ancora molti e per questo motivo i piani di Google potrebbero sempre cambiare.

LEGGI ANCHE: Il Nexus di Huawei sarà basato su Mate 8?

LG Angler (rana pescatrice, per mantenere la tradizione dei codename basati su nomi di pesci) è il primo e potrebbe benissimo configurarsi come un Nexus 5 (2015): schermo da 5,2″ e SoC Qualcomm Snapdragon 808 e una batteria intorno ai 2.700 mAh. Il processore e la capacità della batteria sono però ancora in dubbio, quindi potrebbero esserci sorprese.

Huawei Bullhead (può riferirsi sia al pesce gatto che allo scazzone) invece avrà uno schermo da 5,7″ (Nexus 6 (2015) ?) con SoC Qualcomm Snapdragon 810, ma anche in questo caso non si tratta di una decisione definitiva. La batteria avrebbe invece una capacità di 3.500 mAh. Chi sperava in Nexus con un’ottima autonomia potrebbe essere accontentato una volta per tutte quest’anno con questo phablet. Sempre che BigG non cambi idea.

L’articolo LG Angler e Huawei Bullhead sono i Nexus del 2015: le prime caratteristiche (rumor) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2015/05/26/nexus-huawei-lg-caratteristiche-rumor-302505/

Pubblicato in Italiano Taggato con: , , ,

LG Angler e Huawei Bullhead sono i Nexus del 2015: le prime caratteristiche (rumor)

Android Nexus final

Dopo Nexus 6, non un successo sul mercato, Google vuole rilanciare la posta in gioco in questo 2015 non con uno ma con due nuovi smartphone della gamma Nexus, uno prodotto da LG e un secondo di Huawei, in due misure: 5,2″ e 5,7″, ma niente tablet, almeno per ora, con Nexus 9 che rimarrà tra di noi forse per un altro anno.

Dopo vari rumor la cui affidabilità poteva essere giudicata discutibile, ma che puntavano tutti nella stessa direzione, arriva ora una conferma importante, portata da una fonte di cui ci si può fidare, sebbene i mesi che ci dividono dalla presentazione siano ancora molti e per questo motivo i piani di Google potrebbero sempre cambiare.

LEGGI ANCHE: Il Nexus di Huawei sarà basato su Mate 8?

LG Angler (rana pescatrice, per mantenere la tradizione dei codename basati su nomi di pesci) è il primo e potrebbe benissimo configurarsi come un Nexus 5 (2015): schermo da 5,2″ e SoC Qualcomm Snapdragon 808 e una batteria intorno ai 2.700 mAh. Il processore e la capacità della batteria sono però ancora in dubbio, quindi potrebbero esserci sorprese.

Huawei Bullhead (può riferirsi sia al pesce gatto che allo scazzone) invece avrà uno schermo da 5,7″ (Nexus 6 (2015) ?) con SoC Qualcomm Snapdragon 810, ma anche in questo caso non si tratta di una decisione definitiva. La batteria avrebbe invece una capacità di 3.500 mAh. Chi sperava in Nexus con un’ottima autonomia potrebbe essere accontentato una volta per tutte quest’anno con questo phablet. Sempre che BigG non cambi idea.

L’articolo LG Angler e Huawei Bullhead sono i Nexus del 2015: le prime caratteristiche (rumor) sembra essere il primo su AndroidWorld.it.

Source : AndroidWorld.it http://www.androidworld.it/2015/05/26/nexus-huawei-lg-caratteristiche-rumor-302505/

Pubblicato in Italiano

Gionee utilizará dos baterías en su próximo smartphone para ofrecer 4 días de autonomía

Los últimos avances de los principales fabricantes de smartphones hacían presagiar que los problemas de autonomía de este tipo de dispositivos se verían mitigados por los sistemas de carga rápida. Sin embargo, hay motivos para pensar que puede surgir alternativas más que interesantes, hasta ahora poco explotadas y conocidas. Hablamos de la posibilidad de introducir dos baterías en un smartphone para aumentar la capacidad de carga. El fabricante asiático Gionee es uno de los que se aventurarán en esta evolución y lo hará con el desarrollo del supuesto Gionee M5, un modelo del que se dice lograría hasta cuatro días de autonomía con este sistema de doble batería.

Lo cierto es que hace unos días descubríamos esta misma idea a través del catálogo del fabricante chino Innos. Nos referimos a un modelo muy en concreto, el Innos D6000, equipo que tal y como detallamos destacaría especialmente por contar con una doble batería de 2.480 y 3.520 mAh para ofrecer una autonomía máxima de hasta cinco días en uso ininterrumpido. Parece ser que este concepto se extenderá en el mercado de smartphones dado que el fabricante Gionee ha lanzado en su cuenta de Weibo que el Gionee M5, una de sus próximas novedades, contará con semejante peculiaridad técnica.Dos baterías en Gionee M5

Dos baterías, más capacidad de carga

Sin duda, uno de los mayores retos de los fabricantes es mejorar la duración de la batería en smartphones. Como ya indicamos al inicio, durante los últimos años hemos podido contemplar varios ejes de desarrollo en esta dirección, de los cuales los sistema de recarga rápida han sido los más aceptados. Sin embargo, puede que en los próximos meses empiece a tomar fuerza un nuevo aporte, las baterías duales. ¿En qué consistiría? No es complicado de adivinar puesto que se trata de incluir en el interior de un smartphone dos baterías de forma estratégica donde el mayor reto es ocupar el menor espacio interno.

Cuatro días de autonomía

No tenemos detalles de cómo lo hará, pero el fabricante hindú Gionee avanza a través de su perfil en la red social China Weibo que su próximo modelo, el Gionee M5, contará con un sistema similar al indicado, dos baterías, batería dual en su interior. No tenemos más detalles que el tiempo aproximado de autonomía, una duración de la batería de hasta cuatro días. Ni capacidad, ni el grosor que adquirirá el dispositivo. No obstante, con esta iniciativa todo parece indicar que el fabricante se desligará, al menos en el desarrollo de este Gionee M5, de la idea de lanzar terminales cada vez más delgados, como ya hiciese hace unos meses con su Gionee Elife.

También te puede interesar…

El artículo Gionee utilizará dos baterías en su próximo smartphone para ofrecer 4 días de autonomía se publicó en MovilZona.

Source : MovilZona http://www.movilzona.es/2015/05/25/gionee-m5-bateria-dual-autonomia-cuatro-dias/

Pubblicato in Español Taggato con: , , ,

Apple : iOS 9 pourrait redonner du peps aux anciens iPhone

Apple : iOS 9 pourrait redonner du peps aux anciens iPhone
Avec iOS 9, Apple pourrait redonner une seconde vie aux iPhone 4S et aux iPad Mini premiers du nom.

Lire la suite


© Rédigé par, Sebastien Veyrier pour Begeek.fr le lun, 25 mai 2015 à 22h30

Source : Be Geek http://www.begeek.fr/ios-9-pourrait-redonner-du-peps-aux-anciens-idevices-170764#utm_source=Flux%2BBegeek%2Bamp;utm_medium=cpc&utm_campaign=Flux%2BBegeek%2B

Pubblicato in Français Taggato con:

Apple : iOS 9 pourrait redonner du peps aux anciens iPhone

Apple : iOS 9 pourrait redonner du peps aux anciens iPhone
Avec iOS 9, Apple pourrait redonner une seconde vie aux iPhone 4S et aux iPad Mini premiers du nom.

Lire la suite


© Rédigé par, Sebastien Veyrier pour Begeek.fr le lun, 25 mai 2015 à 22h30

Source : Be Geek http://www.begeek.fr/ios-9-pourrait-redonner-du-peps-aux-anciens-idevices-170764#utm_source=Flux%2BBegeek%2Bamp;utm_medium=cpc&utm_campaign=Flux%2BBegeek%2B

Pubblicato in Français

BlaBlaCar arriva su Windows Phone 8 con una versione non ufficiale

BlaBlaCar-Unofficial

Windows Phone è in continua evoluzione e vedrà la sua definitiva maturazione col rilascio, durante il prossimo autunno col rilascio di Windows 10 Mobile. Fino ad ora, gli utenti dovranno ancora utilizzare Windows Phone 8 e relative declinazioni per Lumia.

In attesa del salto di qualità, che porterà una valanga di nuove app sulla piattaforma Microsoft, da uno sviluppatore italiano arriva una interessantissima app. Parliamo di BlaBlaCar Unofficial, l’app – come possiamo intuire dal nome – è realizzata per sopperire alla mancanza di un’app ufficiale.

prosegui la lettura

BlaBlaCar arriva su Windows Phone 8 con una versione non ufficiale pubblicato su Mobileblog.it 25 maggio 2015 22:26.

Source : Mobileblog.it http://feeds.blogo.it/~r/mobileblog/it/~3/FPzBYRzj2mg/blablacar-arriva-su-windows-phone-8-con-una-versione-non-ufficiale

Pubblicato in Italiano Taggato con: ,

Lingua